Anmitsu, ricetta e benefici di questo piatto giapponese

Anmitsu, ricetta e benefici di questo piatto giapponese

Pubblicato il 30 Luglio 2020

Potremo definirla “la macedonia giapponese”: stiamo parlando dell’anmitsu, facile da preparare e davvero molto gustosa.

L’anmitsu è una sorta di macedonia che, nella maggior parte dei casi, viene accompagnata da praline di gelato, crema di fagioli azuki oppure cubetti di gelatina e frutta come pesca, banana, kiwi, fragole, litchi. Esistono dunque numerose versioni di questo piatto e il consiglio, quando si prepara, è quello di utilizzare gli ingredienti che più vanno incontro ai vostri gusti.

Anmitsu, ricetta di questo piatto giapponese

La ricetta dell’anmitsu è davvero molto facile da realizzare anche per chi non ha molta simpatia per i fornelli. Ma l’assemblamento degli ingredienti è semplice e anche chi non è troppo esperto non dovrebbe incontrare difficoltà nella realizzazione della cosiddetta “macedonia giapponese”.

Anmitsu, ingredienti e preparazione

Per la gelatina:

Per i dango shiratama:

Per preparare la macedonia, partiamo dalla gelatina: in un pentolino mettete la polvere dell’alga agar-agar, una tazza d’acqua e portare la soluzione ad ebollizione. Quindi aggiungete lo zucchero e cuocete per 5 minuti circa. Spegnete la fiamma e fate riposare in un contenitore fondo coprendolo con un coperchio o pellicola. Mettete tutto in frigorifero e lasciate solidificare per almeno 4-5 ore.

E’ poi il momento di passare alla preparazione dei shiratama dango. Versate in una ciotola la farina di riso glutinosa, 3 cucchiai d’acqua e un cucchiaio di zucchero e impastate con le mani per ottenere un composto morbido. Modellate la pasta dividendola in piccole palline di pochi centimetri e schiacciatele con un dito in modo da dare una forma simile a quella di un’orecchietta. Cuocete allora i dango facendoli bollire nell’acqua bollente e scolateli non appena tornano a galla (il procedimento è esattamente lo stesso degli gnocchi che togliamo dal fuoco quando “tornano su”). Lasciateli raffreddare e, se sono trascorse 4-5 ore, togliete la gelatina dal frigorifero e tagliatela a piccoli cubetti che saranno utili per guarnire l’anmitsu.

Portate a termine queste due operazioni, potrete davvero dire di essere a buon punto perché le cose più difficili le avete fatte. Dopo aver messo la gelatina guarnirete il piatto con i shiratama dango, con pezzi di frutta, una pralina di gelato (gusto a scelta). Nel mezzo mettete un po’ di marmellata di fagioli rossi. Un dessert buonissimo e rinfrescante!

Anmitsu, benefici

Perché la macedonia giapponese fa bene? Perché contiene molti ingredienti utili al corretto funzionamento dell’organismo. I fagioli rossi, intanto, sono un’ottima alternativa alla farina per coloro che non possono assumere glutine. Contengono proteine vegetali e sono assolutamente benefici per l’organismo. Anche l’agar agar ha spiccate proprietà benefiche: ha azione lassativa e depurativa e, grazie alla sua capacità di favorire l’espulsione delle tossine dal corpo, si rivela efficace per favorire la regolarità intestinale e combattere il diabete. Senza dimenticare che la frutta presente in questo piatto garantisce all’organismo tante vitamine e favorisce la giusta idratazione. Insomma c’è più di un motivo per consumare l’anmitsu!

Indirizzo di consegna

Abbiamo bisogno di conoscere il tuo indirizzo per verificare che sia coperto dalle nostre consegne. Inseriscilo qui sotto!

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Ordine minimo: 40€

Il servizio di delivery è sospeso fino al 23 Agosto.